Coralie Bickford-Smith edition

Sof’ja Semënovna Marmeladova altrimenti chiamata Sonečka è il nome del personaggio letterario che mi ha rubato il cuore. Quello che Dostoevskij è riuscito a costruire è semplicemente unico. Figlia di un accanito bevitore e indotta a prostituirsi dalla povertà della sua famiglia,  Sonecka non perde la fede ed è la prima a venire a sentire l’ammissione del “Delitto e Castigo” compiuto dal protagonista. Entrare così in contatto con un personaggio immaginario solo dalla semplice lettura, mi ha fatto capire che è il suo nome quello che questo blog deve riportare.

Mi chiamo Valentina Palermo e questo è il mio blog: uno scrigno dove depositerò i miei pensieri a caldo sui libri che leggerò, dove cercherò di annotare tutti i titoli letti -così chi vorrà farmi un regalo non farà un doppione- e dove proverò a dare gli indirizzi delle migliori librerie e biblioteche del mondo che ho visitato. Quelle vere, quelle dove si respira l’odore dei libri, quelle fantastiche e il meno possibile moderne, quelle che “se non c’è, lo ordiniamo” e dove sono messi al bando gli e-book. Non fanno per me.

Sof’ja Semënovna Marmeladova also known as Sonečka, is the name of the fictional character that stole my heart. What Dostoevskij managed to build is simply unique.

Son of a booze addicted led to prostitution by the family being poor, Sonečka never loses her faith and is the first person to receive the admission of the “Crime and punishment” of the main character.
To get in touch so deeply with a fictional character only by the activity of reading made me understand that was the name my blog should have as title.
My name’s Valentina Palermo and this is my blog: a treasure chest where I’ll deposit my thoughts on the books I’ll read, where I’ll try to jot down all the titles I’ve been reading – so, whoever wants to buy my a book as present won’t give me a double copy- and where I’ll try to give you all the best addresses in terms of bookshops spread all over the world I’ve been visiting. Those real bookstores, the most fantastic ones, the less modern possible. Those bookshops where the answers mainly are: “I don’t have it at the moment but I can manage to find it for you and warn you as soon as I have that book”. A place where e-books are banned: that kind of thing ain’t for me.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *